Russia is European C-Champion. Italy wins second and Czech Republic third place

Category: Games - published 2003-08-03 by EFAF

In a heard attack final Russia beats Italy by 43: 35. Russian youth did win against italian experience on a high level game. Czech Republic could win the game for the third place against host Denmark by 45:20. EFAF thanks the Danish Federation for a perfect organized C-Championship tournament in Copenhagen; really an advertisement for American Football.

It might be to early to talk about a generation change. But it is a sign and a symbol. Not only the guys around mid thirty years old Italian Quarterback Dino Bucciol did loose the final against the young team from Russia, which has its basis in the 2002 European Junior Champion Russia. Moreover it shows that in eastern Europe at least one club, the Moscow Patriots, and the Russian Senior and Junior national team has to offer meore that physical strength. All the years before experts said, talking about russian, ukrainian, belarussian and moldavian teams: They are strong, physically tough players, but basics, technics, game plan and more is... Now there is the young Russian All Star team, good educated players with a solid game plan. At least they were strong enough to beat the Italian nationla team, which certainly is one of the top teams in Europe(Italy had to play C-Croup because of non-participation of last senior European Championship). The young russian team around Runningback Jewgeniy Tchechow did make and certainly is a favourite in next years B-European Championship 2004 in France.

The bronce medal in this tournament went to Czech Republic. The team basically to a high percentage players from Prague Panthers and Prague Lions, some more players from the other centres of American Footbal in the country like Bruno etc. did show that Czech American Football is coming too. Already the long performance in european junior national and club team competitions show positiv results. The Danish Football presented not only a well organized tournament in a good stadium in the midst of the beautiful city of Copenhagen. DAFF headed by its Local Organization team members around Henrik Ornstroem proofed that the danish federation is able to organize such a tournament over more than a week time, solving all bigger and smaller problems in organization, transportation, practise and playing. More european activities of the danish clubs will increase in future the sucesses of the good basic work in junior football based on the every years scandinavian junior tournament.

Final: Italy vs. Russia 35:43
Place 3: Denmark vs. Czech Rep. 20:45
Place 5: The Netherlands

Enclosed the game report of the Italian Federation about the Final:
FEDERAZIONE ITALIANA AMERICAN FOOTBALL
www.fiaf.net

EUROPEI C: Svanisce in finale il sogno azzurro - La Russia supera =
l'Italia 43-35
Occasione spreceata, gli azzurri alla fine del primo tempo erano in =
vantaggio di 11 punti



ITALIA 35
RUSSIA 43
(13-7, 20-15,
Marcatori Td La Russa + 1 Marone, Td Tregubov + 1 Zoubriline, Td =
Panzani, Td Lobanov + 1 Zoubriline, Td Panzani, Td Sigaev + 2 pat, Td =
Angeloni + 1 Marone, Td Sangenette + 1 Marone, Td Tregubov + 1 =
Zoubriline, Td Sigaev + 1 Zoubriline,
Td Sigaev + 1 Zoubriline, Safety Italia.

COPENHAGEN -Svanisce in finale il sogno azzurro. L'Italia del football =
americano e' stata sconfitta nella finalissima degli Europei C dalla =
Russia con il punteggio di 43-35 al termine di una partita =
emozionantissima con continui ribaltamenti di fronte.
Tanto l'amaro in bocca per gli azzurri guidati da Giorgio Longhi che =
alla fine dei primi due quarti avevano la partita in pugno essendo in =
vantaggio di 11 punti.
Inizia forte l'Italia che pur partendo in difesa riesce a segnare subito =
grazie ad un ritorno d'intercetto di La Russa.
La trasformazione da un punto di Marone porta l'Italia in vantaggio 7-0. =
Una serie di falli degli azzurri ed un lancio
di 20 yards completato, portano la Russia sulle 8 yards difensive =
italiane. A quel punto e' un gioco da ragazzi=20
per i ragazzi dell'Est segnare ed impattare con Tregubov. Ma gli azzurri =
non demordono e yard dopo yard si riportano in vantaggio segnando con =
Panzani perfettamente imbeccato da Bucciol. La trasformazione non e' =
valida. 13-7 per il
Blue Team alla fine del primo quarto. Ma la Russia non demorde. Nuova =
serie di falli da parte degli azzurri che portano i russi sulle 10 =
yards. Il td russo e' Lobanov sempre su lancio. La trasformazione da un =
punto porta in vantaggio la
Russia 14-13. Gli azzurri non si scongono e segnano ancora con Panzani =
perfettamente imbeccato dal quarterback
Bucciol. La trasformazione purtroppo non e' valida e si va sul 19-14 per =
l'Italia. I Russi reagiscono ed inventano un touchdown spezza gambe con =
un passaggio di 65 yards su Sigaev. La trasformazione da 2 porta i =
ragazzi di Mosca sul=20
22-19. Una vera e propria battaglia quella tra azzurri e biancorossublu =
di Mosca. Sulle azioni seguenti viene annullato
un touchdown azzurro per l'ennesimo fallo. Ma l'Italia non molla e si fa =
tutto il campo entrando in meta con il runningback
Angeloni (corsa di 2 yards). La trasformazoine di Marone va a buon fine. =
26-22 per gli azzurri a 4' minuti dal termine
del primo tempo.Gli azzurri bloccano la Russia sulla meta' campo e con =
31 secondi fanno un capolavoro segnando ancora con Sangenette =
perfettamente imbeccato dal solito maestoso Bucciol.Trasformazione di =
Marone e 34-22
per l'Italia. Con questo punteggio si chiude il primo tempo. Sembra che =
la squadra di coach Longhi abbia la partita in mano ma quando le squadre =
ritornano in campo cambia tutto. L'attacco italiano non chiude il primo =
drive e regala la palla ai russi sulle sue 30 yards. Una ingenuita =
costata cara (si poteva tentare il punt, calcio d'allontanamento). =
Cos=ED la Russia
accorcia le distanze grazie ad un touchdown di Tregubov su lancio. =
33-29.Gli azzurri non riescono di nuovo a capitalizzare e su una finta =
di calcio piazzato i russi li puniscono ancora con un touchdown di =
Sigaev. Russia in vantaggio
36 a 33 ed Italia in crisi. L'attacco si e' inceppa ed il coaching staff =
commette due errori di presunzione veramente gravi.
Sulle 20 yards russe ed un terzo tentativo ed una 1 yards da conquistare =
viene chiamato un lancio profondo, sul 4 ed 1 yards una scontata corsa =
centrale bloccata. La Russia riprende palla e punisce l'Italia di nuovo =
con un touchdown su corsa. E' il touchdown del ko. 43-33. Ad un minuto =
dalla fine la partita si riapre. L'Italia perde palla a ridosso della =
end zone russa, ma l'attacco dell' Est viene bloccato nella propria aria =
di meta con una safety difensiva azzurra. 35-43 e palla all'Italia. C'e' =
la possibilita' del pareggio, ma il lancio di Dino Bucciol in end zone =
viene intercettato regalando la vittoria finale ai russi che si =
qualificano meritatamente per il gruppo B che si giochera' il prossimo =
anno in Francia.
Per l'Italia di Longhi tanto amaro in bocca per una vittoria alla =
propria portata che e' stata gettata via per un mix di errori.
Quasi perfetti tatticamente e tecnicamente invece i russi, che dalla =
loro hanno il vantaggio di schierare nel roster 30 giovani Under 20 =
(campioni d'Europa Junior lo scorso anno) che per 6 mesi in ogni =
stagione studiano e si allenano in College degli Stati Uniti.

Cordiali Saluti
Matteo Incerti
Ufficio Stampa
FIAF www.fiaf.net=20

arrow-up.jpg TOP